L’agenzia delle Entrate, con provvedimento del 28 febbraio 2020, ha aggiornato le specifiche tecniche del formato XML della fattura elettronica.

Le nuove specifiche tecniche potranno essere utilizzate per la predisposizione dei file XML dal 1 ottobre 2020, mentre il loro utilizzo sarà obbligatorio dal 1° gennaio 2021.

In questo periodo, dal 1° ottobre 2020 al 1°gennaio 2021, il Sistema di Interscambio accetterà fatture elettroniche e note di variazione predisposte sia con la nuova versione 1.6.1 che con quella attualmente in vigore, ovvero la 1.5.

 

Come cambia la fattura elettronica con la nuova versione 1.6.1?

La nuova versione introduce:

1- Nuovi tipi di documenti

I codici relativi al tipo di documento sono aumentati, da 7 a 18.

Ecco l’elenco dei nuovi tipi di documenti:

  • TD16: integrazione fattura reverse charge interno
  • TD17: integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero
  • TD18: Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
  • TD19: Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art. 17 c. 2, D.P.R n.633/1972
  • TD21: Autofattura per splafonamento
  • TD22: Estrazione beni da Deposito IVA
  • TD23: Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
  • TD24: Fattura differita di cui all’art 21, comma 4, lett.a
  • TD25: Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo Periodo, lett.b
  • TD26: Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art.36 D.P.R n.633/1972
  • TD27: Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa

 

2- Nuovi codici natura IVA

I codici relativi alla natura IVA sono aumentati, da 7 a 24.

Grazie alle nuove specifiche tecniche, si potranno rappresentare in modo più dettagliato i vari tipi di operazioni esenti e non imponibili ai fini IVA e quelle soggette al meccanismo dell’inversione contabile.

 

3- Tipi di ritenute

Sono stati ampliati anche i tipi di ritenute. Ai due già presenti (RT01 Ritenuta persone fisiche e Rt02 Ritenuta persone giuridiche), ne sono stati aggiunti altri 4:

  • RT03 Contributo INPS
  • RT04 Contributo ENASARCO
  • RT05 Contributo ENPAM
  • RT06 Altro contributo previdenziale

 

4- Modalità di pagamento

È stato introdotto il nuovo codice MP23 Modalità di pagamento per il PagoPA.

Il nostro team è pronto per supportarti con la nuova versione della fattura elettronica