Grazie ai nuovi tool di Self Service BI abbiamo colto l’opportunità di trarre informazioni (e quindi valore) dai dati, in modo più semplice, veloce e meno oneroso rispetto al passato.

Gli strumenti di Business Intelligence ci consentono di poter visualizzare i dati e trasformarli in informazioni in modo semplice e immediato, per poter prendere decisioni e sviluppare strategie migliori.

Una visualizzazione efficace è resa possibile dall’osservazione di semplici regole per la creazione di una dashboard, come ad esempio utilizzare un grafico adeguato al tipo di dato che stiamo pubblicando.

All’interno dei dati c’è una storia, ma i tool di BI non sanno che storia sia: dovete essere voi a portare in vita, visivamente e contestualmente, quella storia. Per questo parliamo di storytelling dei dati.

Informazioni in una mano e Business Intelligence nell’altra: sappiamo come creare un collegamento immediato tra i dati e le visualizzazioni? Parliamo di storytelling dei dati, ma qual è il grafico giusto da utilizzare per dare vita ai nostri numeri e far sì che ci raccontino una storia?

Uno degli elementi principali per un utilizzo strategico dei dati è proprio saper comunicare visualmente e in modo efficace, i dati.

La nuova sfida è sfruttare al massimo e rendere chiara e immediata la lettura dei dati. La visualizzazione è l’ultimo passo di un processo di analisi: è importante sapere cosa e come comunicare all’utente finale per far emergere le informazioni rilevanti.

Qual è il modo migliore per rappresentare i dati che volete comunicare? Quali sono i grafici più adatti per creare dashboard e quali invece quelli da evitare?

Qualche consiglio utile nella nostra infografica!

 

Usi strumenti di BI e vorresti migliorare la presentazione dei dati?